Test HPV

Perché fare il test per l'HPV?

Il cancro del collo dell'utero rappresenta il secondo tipo di tumore più diffuso tra le donne a livello internazionale e colpisce quasi 500.000 donne ogni anno, delle quali 275.000 non sopravvivono. In Italia, sono stati diagnosticati circa 3.500 casi di cancro cervicale invasivo e quasi 1.500 donne sono decedute a causa del tumore. Nei paesi in via di sviluppo, il cancro del tumore dell'utero uccide circa 200.000 donne ogni anno.

Quando la patologia cervicale viene rilevata tempestivamente, è possibile prevenire il tumore o comunque trattarlo in modo efficace. Il papillomavirus umano (HPV) è stato identificato come la causa principale di patologie e tumori cervicali. Sono stati identificati oltre 150 tipi di HPV, 30 dei quali colpiscono l'area genitale. I tipi di HPV genitali sono classificati in categorie "a basso rischio", che sono la causa delle verruche genitali, o ad "alto rischio", associati a lesioni CIN 2/3 e alla formazione di tumori. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione sui tipi di HPV genitali.

L'HPV può essere rilevato accuratamente tramite test basati sul DNA. Il test HPV assolve a un ruolo molto importante nello screening del cancro al collo dell'utero, nelle donne che hanno superato i 30 anni di età, quando aumenta il rischio di cancro cervicale. La citologia è spesso in grado di identificare le modifiche cellulari dopo lo sviluppo della patologia, mentre un test dell'HPV ad alto rischio rileva l'impronta genetica del virus che causa le lesioni CIN 2/3 e i tumori. Fortunatamente, in molte donne il virus si risolve spontaneamente; solo le donne con un'infezione persistente da HPV ad alto rischio sono suscettibili di sviluppare lesioni CIN 2/3 o tumori. L'identificazione tempestiva di patologie cervicali di alto grado e un follow-up adeguato delle donne risultate positive all'HPV permettono di prevenire la maggioranza dei tumori cervicali invasivi.