FAQ sul test HPV e sul Pap test - Donne di età inferiore ai 30 anni

Q

Probabilmente da anni anche tu fai il Pap test. . . ma sai perché?

A

Per il Pap test, il ginecologo o l’ostetrica preleva un campione di cellule della cervice uterina e lo invia al laboratorio, dove verrà esaminato al microscopio. Il Pap test fu ideato nel 1943 dal Dr. George Papanicolaou. Da allora, grazie al suo uso regolare, molte donne bisognose di trattamento sono individuate tempestivamente. In questa sezione, potrai scoprire perché oltre al Pap test e quando è necessario sottoporsi al test HPV.



Q

Quali sono i possibili risultati di un Pap Test?

A

Quando l'ambulatorio medico ti informa del risultato del tuo Pap test, ti diranno che il test è risultato normale, anomalo o "borderline" (spesso chiamato Papanicolaou ASC-US).

Risultato Pap testCosa significa
Normale Le cellule cervicali hanno un aspetto sano.
Anomalo* Sono evidenti delle alterazioni delle cellule cervicali e devono essere esaminate più a fondo.
Borderline o inconcludente (definito ufficialmente "ASC-US", che significa: cellule squamose atipiche di significato indeterminato) Le cellule cervicali non sono chiare da interpretare.

* Tieni presente che, quando il laboratorio riferisce l'esito anomalo di un Pap test, potrebbe usare i termini LSIL o HSIL. LSIL (lesione intraepiteliale squamosa di basso grado) è il termine con cui si designano le alterazioni cellulari anomale lievi e che, probabilmente, scompariranno spontaneamente, senza bisogno di trattamento. HSIL (lesione intraepiteliale squamosa di alto grado) si riferisce ad alterazioni cellulari moderate o gravi, che devono essere sottoposte a trattamento.



Q

Quanto è accurato il Pap test?

A

Il Pap test è uno strumento molto utile, soprattutto quando viene ripetuto regolarmente. Tuttavia, non è infallibile. Da uno studio pubblicato sulla rivista medica americana Journal of the National Cancer Institute è emerso che circa un terzo dei casi di cancro cervicale si verifica a causa di un errore nel Pap test. In altri termini, il Pap test dà un esito normale, ma in realtà si stanno già sviluppando delle cellule anomale. Anche il nuovo tipo di Pap test "a base liquida" talvolta non rileva le cellule anomale. [Per maggiori informazioni su questo studio, consulta l'articolo "Cervical Cancer in Women with Comprehensive Health Care Access: Attributable Factors in the Screening Process," di Wendy A. Leyden et al: Journal of the National Cancer Institute; Vol. 97, N. 9; 4 maggio 2005; pagg. 675-683.]

Questo significa che il Pap test può fornire risultati "falsi negativi". Cioè, ti viene detto che il tuo test è normale, mentre sono presenti cellule anomale.

Per esempio, si può avere un Pap test falso negativo quando il campione esaminato non contiene una quantità sufficiente di cellule cervicali. Può anche essere difficile rilevare le cellule anomale, se esse sono "nascoste" da muco o infiammazioni delle cervice, oppure può semplicemente accadere che i segni di cellule anomale sfuggano durante l'esame al microscopio.

Uno studio pubblicato sul Journal of the National Cancer Institute ha dimostrato che il Pap test è molto meno preciso in particolare nel rilevamento di cellule anomale associate a un tipo di cancro cervicale chiamato "adenocarcinoma", che è diventato molto più diffuso negli ultimi anni. Gli autori concludono che l'uso regolare del test HPV può effettivamente ridurre l'incidenza di questo tipo di cancro.

[Per maggiori informazioni su questo studio, consultare l'articolo "Worldwide Human Papillomavirus Etiology of Cervical Adenocarcinoma and Its Cofactors: Implications for Screening and Prevention," di Xavier Castellsague et al: Journal of the National Cancer Institute; Vol. 98, N. 5; 1° marzo 2006; pagg. 303-315.]

I Pap test possono anche dare risultati "falsi positivi". Questo significa che in base alla lettura dello striscio si dice a una donna che le sue cellule cervicali hanno un aspetto anomalo, mentre invece sono sane, causando ansia e inducendo ad effettuare ulteriori accertamenti non necessari.



Q

Cos'è il test HPV?

A

Il digene HPV Test utilizza la tecnologia di QIAGEN Hybrid Capture® 2 (HC2), marcata CE e approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) americana nel 1999 per il follow-up delle donne il cui Pap test è risultato indeterminato ("ASC-US"), consentendo ai medici di capire quando è necessaria un'ulteriore approfondimento.

È stato ripetutamente dimostrato che, quando si effettuano il test HPV e il Pap test insieme, la capacità di individuare le donne a rischio è maggiore rispetto all'utilizzo del Pap test da solo. Gli studi dimostrano che l'uso combinato del digene HPV Test e del Pap test consente di identificare il 95-100 per cento delle patologie cervicali in stadio avanzato (CIN 2, CIN 3 o tumore).

Nelle donne più mature, che sono più esposte al rischio di sviluppare il tumore cervicale (età superiore ai 30 anni), è stato dimostrato ripetutamente che, quando si effettuano il test HPV e il Pap Test insieme, la capacità di individuare le donne a rischio è maggiore rispetto allo striscio di Papanicolaou utilizzato da solo.



Q

Come si effettua il digene HPV Test?

A

Il digene HPV Test può essere analizzato da qualsiasi laboratorio, in alcuni casi utilizzando lo stesso campione di cellule cervicali prelevato per il Pap test. Non richiede tempo ulteriore per la paziente.



Q

Quando è necessario per le donne di età inferiore ai 30 anni sottoporsi al test HPV, oltre al Pap test?

A

Nel caso in cui il risultato del tuo Pap fosse dubbio o anomalo, il test HPV può accertare rapidamente se hai contratto un tipo di HPV ad alto rischio e quindi necessiti di un ulteriore esame di controllo. Grazie al test HPV, non devi attendere diversi mesi per sottoporti nuovamente al Pap test ed evitare un’attesa che per alcune donne è carica di ansia. Inoltre, i risultati del Pap test talvolta non chiariscono totalmente i dubbi.



Q

Perché le donne di età inferiore ai 30 anni non devono sottoporsi regolarmente al test per l'HPV? Non si ammalano anche loro a volte di cancro cervicale?

A

Capitano alcuni rari casi di donne di età inferiore ai 30 anni alle quali viene diagnosticato un tumore cervicale, nonostante abbiano avuto un Pap Test dall'esito normale, ma ribadiamo, si tratta di casi rari. Sebbene l'infezione da HPV sia molto comune nelle donne giovani, essa solitamente si risolve spontaneamente o è eliminata dall'organismo prima che possa causare problemi. Ciò significa che, se le donne più giovani effettuassero il test con regolarità, molte scoprirebbero di avere l'HPV e, pur trattandosi di un'infezione con ogni probabilità temporanea, si sottoporrebbero a ulteriori procedure non necessarie. È un po' come accade con la mammografia: anche se può succedere che una donna giovane si ammali di cancro della mammella, la regolare esecuzione di mammografie non è consigliata alle donne di età inferiore a quella consentita.



Q

Quali sono i possibili risultati del digene HPV Test?

A

Il digene HPV Test ti rivela se hai contratto o no uno o più tipi di HPV ad alto rischio. Se il test rileva che hai contratto un tipo di HPV ad alto rischio, ed hai almeno 20 anni di età, le direttive raccomandano che il tuo medico effettui un esame addizionale (colposcopia), per accertare se sono presenti cellule anomale che devono essere asportate.

D'altro canto, se il test rivela che non hai contratto alcun tipo di HPV ad alto rischio, la tua probabilità di avere patologie cervicali è molto ridotta.



Q

Il digene HPV Test è in grado di determinare quale tipo di HPV si è contratto?

A

Il digene HPV Test rivela se hai contratto uno o più tipi ad alto rischio del virus. Il test non indica quale ceppo hai contratto. Questo perché gli esami di approfondimento cui dovrai sottoporti sono gli stessi per qualsiasi ceppo ad alto rischio del virus riscontrato.

Ecco una breve panoramica: esistono circa 15 tipi di virus HPV ad alto rischio che possono causare il cancro cervicale. Di questi, 13 sono considerati i più importanti e sono noti con i numeri che sono stati loro assegnati (nell'ordine della loro scoperta): 16, 18, 31, 33, 35, 39, 45, 51, 52, 56, 58, 59 e 68. [In totale, esistono più di 150 tipi diversi di HPV].

È stato dimostrato che, di questi 13 tipi di HPV ad alto rischio, due, il 16 e il 18, sono all'origine del 70 per cento di tutti i tumori cervicali.



Q

Quanto è accurato il digene HPV Test?

A

Sebbene non esistano test perfetti, il digene HPV Test è meno suscettibile di errori del Pap test. Gli studi dimostrano che, in media, l'uso abbinato del digene HPV Test e del Pap test consente di identificare il 95-100 per cento delle donne cui sono successivamente confermate patologie cervicali in stadio avanzato CIN 2, CIN 3 o tumore).



Q

Quanto è "accettato" il test HPV per il rilevamento del cancro cervicale?

A

L'American College of Obstetricians and Gynecologists (l'Ordine Americano degli Ostetrici e dei Ginecologi, ACOG), l'American Cancer Society (la Società Americana contro il Cancro, ACS) e l'American Society for Colposcopy and Cervical Pathology (la Società Americana per la Colposcopia e la Patologia Cervicale, ASCCP) hanno riconosciuto ufficialmente i vantaggi del test HPV per la valutazione di follow-up nelle donne di età pari o superiore ai 20 anni, il cui Pap test abbia dato un esito inconcludente (ASC-US), nonché per l'uso regolare (insieme con il Pap Test) nelle donne di età pari o superiore ai 30 anni. Il test HPV di follow-up, per le donne con Pap test inconcludente, è praticato dall'ampia maggioranza dei medici e delle infermiere in ambito ginecologico. Tuttavia, poiché occorre del tempo prima che il personale medico modifichi il modo di praticare la medicina, spesso le donne di età pari o superiore ai 30 anni dovranno richiedere al medico di prescrivere il test HPV insieme con il Pap Test.

Negli Stati Uniti, il digene HPV Test, insieme con il Pap test, è la metodologia standard per il rilevamento del cancro cervicale. Si prevede che faranno seguito l'Europa e altre parti del mondo.

Tuttavia, poiché occorre del tempo affinché si aggiorni il modo di praticare la medicina, le donne di età superiore ai 30 anni alle quali non è proposto il test Hpv, dovranno richiedere al proprio ginecologo di prescrivere il test HPV insieme con il Pap test.

In Italia siamo in attesa dei risultati finali di un grosso studio che ha coinvolto 100.000 donne, del quale sono stati pubblicati i primi risultati su prestigiose riviste scientifiche. Questi risultati confermano la maggiore sensibilità del test Hpv rispetto al tradizionale Pap test. A studio concluso, anche l’Italia potrebbe implementare questo importante strumento di prevenzione negli screening di routine.