FAQ sul tumore cervicale

Dati e informazioni su diagnosi, sintomi e terapia del tumore cervicale

Q

Cos'è il tumore cervicale (tumore del collo dell'utero)?

A

Il tumore cervicale (o cancro della cervice uterina) è il cancro che colpisce il collo dell'utero. Il collo dell'utero è la parte inferiore dell'utero (matrice), che si apre nella vagina.



Q

Quanto è comune il tumore cervicale (tumore del collo dell'utero)?

A

A livello mondiale, il tumore cervicale è il secondo tipo più diffuso di cancro tra le donne, dopo il tumore alla mammella. Ogni anno, questa patologia maligna colpisce circa 500.000 donne e 275.000 di esse non sopravvivono. Negli Stati Uniti, per esempio, il tumore cervicale è la 14a causa più comune dei nuovi casi di cancro diagnosticati ogni anno alle donne. La American Cancer Society stima che negli Stati Uniti, nel 2007 circa 11.150 donne hanno sviluppato un tumore cervicale e circa 3.700 sono morte a causa di esso. La bassa incidenza di cancro cervicale negli Stati Uniti è in gran parte dovuta al Pap test, che ha contribuito a ridurre del 75 per cento circa il numero di donne americane affette da tale displasia negli ultimi 50 anni.

Ma il numero di donne che si ammala e muore di tumore cervicale rimane troppo alto. Si stima che, in tutto il mondo, una donna su 123 si ammalerà di tumore cervicale se si sottopone unicamente al Pap test. Questo dato può essere migliorato. La prevenzione del tumore cervicale può essere più efficace sottoponendo regolarmente le donne non solo al Pap test, ma anche al test HPV (dopo il compimento dei 30 anni di età), nonché avvalendosi dei nuovi vaccini anti-HPV (per le giovani di età compresa tra i 9 e 26 anni).



Q

Qual è la causa del tumore cervicale?

A

È stato dimostrato che i tipi "ad alto rischio" del Papillomavirus Umano (HPV) sono la causa del cancro cervicale.

La maggioranza delle donne contrae uno o più tipi di HPV "ad alto rischio" almeno una volta nel corso della vita. In genere il sistema immunitario dell'organismo combatte l'infezione, e nella maggior parte dei casi l'infezione da HPV non darà complicazioni.

In alcune donne, tuttavia, l'infezione non scompare. Quando il virus rimane attivo nell'organismo per un lungo periodo, si può innescare un'alterazione delle cellule cervicali e il rischio di displasia aumenta.



Q

Esistono altre cause del tumore cervicale?

A

I tipi di HPV "ad alto rischio" rappresentano la causa del tumore cervicale,

ma altri fattori possono accrescere la probabilità che un'infezione da HPV evolva in displasia:

  • L'esposizione, durante la gestazione, a un farmaco chiamato dietilstilbestrolo (DES), che è stato prescritto a molte donne tra il 1938 e il 1971 per prevenire gli aborti spontanei. 
  • L'infezione da clamidia o da virus herpes simplex di tipo 2 (tipi diversi di malattie sessualmente trasmissibili).
  • Un familiare diretto (madre o sorella) con precedenti di cancro cervicale, che, secondo quanto riportato dall'International Journal of Cancer, aumenta di tre volte il rischio.
  • Condizioni che indeboliscono il sistema immunitario, come l'HIV/AIDS.
  • Il fumo, che interferisce con la capacità dell'organismo di combattere l'infezione. [Infatti, uno studio ha dimostrato che le fumatrici hanno un 60 per cento in più di probabilità di sviluppare un tumore cervicale, e le ex-fumatrici un 12 per cento in più].
  • Bassi livelli di acido folico (un tipo di vitamina B).

Inoltre, alcuni dati indicano che l'uso prolungato di contraccettivi orali (per 10 anni o più) può accrescere questo rischio.



Q

Cosa si può fare per prevenire il tumore cervicale?

A

Il modo migliore per proteggersi è sottoporsi regolarmente al Pap test e, dopo il compimento dei 30 anni, anche al test HPV. Insieme, questi test accertano la predisposizione ad avere o sviluppare cellule anomale. Se il tuo Pap test appare anomalo e il test HPV rivela che hai contratto un'infezione con un tipo di virus ad alto rischio, il tuo medico può effettuare un esame addizionale, chiamato colposcopia, per accertare se vi siano cellule anomale da asportare.



Q

Quanto tempo impiega il tumore cervicale per svilupparsi?

A

Una volta che le cellule cervicali iniziano a mutare, passano solitamente 10-15 anni prima che si sviluppi un tumore cervicale invasivo. Durante la loro mutazione, le cellule diventano dapprima "precancerose", una condizione nota anche come "displasia" o CIN, una sigla che sta a indicare "cervical intraepithelial neoplasia" o "neoplasia intraepiteliale cervicale".

Se rilevata tempestivamente la displasia può essere curata prima che le cellule diventino cancerose. Leggi la parte relativa alla displasia.



Q

Quali sono i sintomi del tumore cervicale?

A

Il tumore cervicale non sempre manifesta sintomi.

Tra gli eventuali sintomi possibili figurano: 
  • sanguinamento o flusso vaginale inconsueto (soprattutto dopo l'atto sessuale).
  • Dolore alla parte inferiore della schiena. 
  • Dolore nella minzione (particolarmente in concomitanza a dolore nella parte inferiore dell'addome). 
  • Dolore durante i rapporti sessuali.

Ricorda: questi sintomi possono essere ascrivibili anche ad altre origini; non indicano necessariamente la presenza di un tumore cervicale. Parla con il tuo medico di fiducia, se hai uno di questi sintomi.



Q

Come viene diagnosticato il tumore cervicale?

A

Il cancro cervicale è diagnosticato tramite una serie di esami; in genere si inizia con un Pap Test e, se la paziente ha superato i 30 anni di età, con un test HPV, seguiti da una colposcopia (esame del collo dell'utero mediante un dispositivo di ingrandimento illuminato) e da una biopsia (prelievo di un campione di tessuto per l'analisi in laboratorio).



Q

Come si cura il tumore cervicale?

A

Quando viene diagnosticato un cancro cervicale, il tuo medico o i tuoi medici ti spiegheranno quali sono le terapie più idonee al tuo caso specifico.

Le opzioni di trattamento dipendono dai seguenti fattori:

  • Lo stadio del cancro.
  • Le dimensioni del tumore.
  • La tua età.
  • Il tuo desiderio di avere figli.

Il trattamento comprende in genere una o più delle seguenti procedure:

  • Intervento chirurgico per asportare l'utero (isterectomia). Nel caso però di donne giovani affette da tumori di dimensioni ridotte, la chirurgia è minimamente invasiva e preserva la capacità di avere figli. Questa procedura è chiamata "trachelectomia vaginale radicale con linfoadenectomia pelvica laparoscopica".
  • Radioterapia, nella quale si utilizzano raggi X ad alta potenza o altri tipi di radiazioni per eliminare le cellule cancerose. La radioterapia viene applicata posizionando una macchina all'esterno del corpo per bombardare il tumore oppure introducendo una sostanza radioattiva nel corpo della paziente in corrispondenza dell'area cancerosa o in prossimità della stessa.
  • Chemioterapia, che si serve di farmaci per arrestare la proliferazione delle cellule cancerose. La chemioterapia può essere assunta per via orale o iniettata.

Si noti che, se una donna è incinta nel momento in cui le viene diagnosticato un cancro cervicale, il trattamento da seguire dipenderà anche dallo stadio della gravidanza. Se il cancro è rilevato nelle sue fasi precoci, o diagnosticato durante l'ultimo trimestre di gravidanza, il trattamento può essere rimandato fino a dopo il parto.



Q

Qual è la probabilità di recupero in caso di tumore cervicale?

A

La prognosi (probabilità di recupero) dipende da fattori come:

  • Lo stadio del cancro (se colpisce parte della cervice, coinvolge l'intera cervice o si è esteso ai linfonodi o ad altre parti del corpo).
  • Le dimensioni del tumore.